Collana corallo a scalare centrale in oro giallo realizzato in microfusione diamante carati 0,003 G-VS1
Materiale Oro giallo 750% - Corallo - Diamante
Peso Grammi di oro utilizzato 9.3 netti
Corallo A scalare da mm 5,80 a mm 3,90 - Corallo sul centrale mm 6,50 - Ottima qualita'
Diamante Carati 0,003 - G-VS1
Misure Lunghezza 51 cm - Centrale Largo cm 4,5 X cm 2,30
Pagamento consigliato Finanziamento online oppure in sede
Confezione Elegante e pregiato astuccio - Certificato fotografico nominativo
Spedizione - Costi In assicurata gratuita in Italia consegna entro 48 ore per le isole e le zone limitrofe consegna entro 72 ore oppure si può ritirare  presso Arte Orafa di Olevano Romano (Roma) - Iva inclusa - No costi aggiuntivi
Recesso Entro 30 giorni spese a carico e responsabilità dell'acquirente.
Prezzo pieno €.1220,00

Collana realizzata  in oro giallo 750 che stabilisce la bontà d'oro puro presente per ogni grammo espressa in millesimi. Realizzato con  l'antica tecnica della microfusione a cera persa, la quale verrà sicuramente apprezzata dagli intenditori dal gusto ricercato. Il filo di corallo a scalare si fa più grande quando incontra il centrale proprio per esaltare la singolare bellezza dello stesso, il diamante applicato volutamente decentrato sulla testa della sfera di corallo, dona maggiore luce al gioello.

Corallo  come le perle deriva dal mare quindi di origine organica. Ha costituito ornamento per molti popoli antichi. È una sostanza calcarea prodotta dai celenterati antozoi(piccoli animali marini) . Si lavora bene perché tenero e compatto la qualità migliore è decisamente il corallo pelle d’angelo e Cerasuolo. Lavori artistici e certosini lo ritraggono protagonista di opere documentate dalla storia di raffinata manifattura proprio perché si presta a dette lavorazioni. Lo possiamo trovare in Italia in Giappone. Si presta a perfezione nell'utilizzo della gioielleria.
La microfusione a cera persa è un complicato procedimento utilizzato e descritto per la prima volta dal Maestro Benvenuto Cellini. Consiste nel riempire di oro fuso un’incavatura lasciata libera dal modello in cera che verrà perso mediante la cottura negli alti forni per evaporazione. Tale nobile tecnica era nota ai Greci, ai Cinesi, agli indigeni delle Americhe e dell’Africa, già duemila anni fa. L’antica tecnica della cera persa è attualmente utilizzata nel settore della gioielleria ed è l’unico metodo più veloce conosciuto per la produzione di gioielli; la differenza con il passato sta nell’evoluzione dei materiali utilizzati e nell’applicazione della tecnologia alle macchine necessarie. In breve il procedimento avviene nel seguente modo: l’orafo crea il modello in cera in tutte le sue parti e lo ricopre di gesso refrattario che genera un negativo fedelissimo del monile. Una volta essiccato, il gesso refrattario viene posto all’interno degli alti forni i quali grazie alle altissime temperature fanno evaporare il modello in cera e cuociono il gesso garantendo l’integrità dello stesso al momento della colatura dell’oro per forza centrifuga. Le centrifughe normalmente usate compiono 10 giri al secondo, la forza che spinge il metallo fuso durante il lancio centrifugo aumenta di 120 volte rispetto alla normale caduta per gravità. L’oro fuso va a sostituire perfettamente il negativo creato in precedenza dando vita al gioiello
Oro è il metallo prezioso più conosciuto e utilizzato nella storia dell'umanità. L'Oro in natura è giallo, e viene detto oro puro titolo 1000/1000 (mille millesimi), troppo morbido da utilizzare, soprattutto per incastonare pietre preziose, infatti l'Oro che utilizziamo tutti i giorni è oro 750/1000. L'Oro è anche il metallo più malleabile conosciuto, la sua elasticità è straordinaria, basti pensare che battendo un grammo di oro si può ottenere un foglio sottilissimo di addirittura un metro quadrato. L'Oro, grazie alla sua formidabile morbidezza, è stato utilizzato da sempre per la coniazione di monete e per la realizzazione di gioielli di pregevole manifattura sia in oro giallo che in oro bianco sempre accostato con i diamanti e pietre preziose
Titolo stabilisce la bontà d’oro puro presente per ogni grammo, è espresso in millesimi. Il titolo utilizzato in Italia è il 750/1000 che sta a significare, 750 parti su 1000 sono di oro puro e le restanti 250 sono di altri metalli nobili che l’orafo miscela secondo le sue necessità; l’oro 750 è più bello da vedere e più malleabile durante la lavorazione. L’introduzione della misurazione del titolo in millesimi è recente; la prima scala utilizzata era ventiquattresimale si esprimeva in karati (kt) un karato corrisponde ad un ventiquattresimo e quindi il 18 kt a diciotto ventiquattresimi, l’oro puro a ventiquattro ventiquattresimi.
Diamante è la gemma ed il minerale più duro in natura, il suo nome derivante dal greco classico (adàmas), che lo definisce invincibile, indomabile; Questa pietra fu usata nei gioielli dagli orientali già 5000 anni fa, mentre in occidente(Roma e Grecia) pur conosciuto e stimato, non lo si capiva nella dovuta misura, dato che non lo si sapeva lavorare. La prima persona a descrivere correttamente ed in maniera adeguata la durezza del diamante nei confronti degli altri minerali fu l’austriaco Friedrich Mohs (1773-1839) egli infatti sviluppò una scala di durezza composta da 10 livelli all’interno della quale il diamante raggiunge una durezza pari a 10. Per la giusta valutazione del diamante è necessario ottemperare i criteri internazionali che sono quattro: Caratura, con questo termine si definisce il peso delle pietre preziose; Purezza, la quale stabilisce la qualità interna del diamante la più elevata viene denominata IF(internamente puro) ; Colore, anche questo rappresenta indice di qualità, il più elevato e puro viene denominato D color(bianco eccezionale); Taglio, molti lo sottovalutano ma è essenziale il rispetto di questa caratteristica, è necessario che questo sia ben proporzionato. Diamanti celebri:1) KOH-NOOR (montagna di luce) fu menzionato nel 1304 pesava 186 carati. 2)CULINAN è il più grande diamante mai trovato pesava 3106 carati fu tagliato in 9 pietre maggiori e in 96 più piccole. 3)EXCELSIOR il secondo diamante più grande mai trovato pesava 995,2 carati.
Carato è l’unità di misura di peso delle pietre preziose corrispondente ad un quinto di grammo. La parola Carato deriva dal greco (Keràtion) ed indica seme di carrubo che veniva usato nell’antichità una volta disseccato, per pesare i preziosi in quanto aveva omogeneità di peso.

 

Attributi prodotto
Colore Oro Giallo
Per Donna
Tipo di Pietra Corallo
Colore Pietra Rosso

Contattaci per avere informazioni

Utilizza il pulsante per chiedere informazioni sull'articolo visualizzato.

Un nostro consulente sarà lieto di indicarvi le migliori soluzioni per le Vostre esigenze.

 

 

Sarà nostra premura ricontattarVi ne più breve tempo possibile.

Collana corallo a scalare centrale in oro giallo realizzato in microfusione diamante carati 0,003 G-VS1

Finanzia il tuo Acquisto

Finanzia il tuo acquisto con Findomestic. Per ordini superiori a € 400,00

  • Views: 7108
  • Codice Prodotto: 1004537
  • Disponibilità: In Magazzino
0 Product(s) Sold
  • 909,00€